Via del Quadraro 102, 00174 Roma, Italia
+39 06 42014109
+ 39 06 42000442

Fisica e arti digitali

Massimo Margotti, esperto di Carbon Footprint, racconta “Black Flower“, l’opera creata dall’artista Maria Grazia Pontorno in collaborazione con gli istituti Da Vinci e Avogadro nell’ambito del progetto “Carbon Footprint attraverso le arti digitali. Nuovi modelli didattici per l’insegnamento della scienza“. L’opera è stata esposta al Maxxi in occasione del Media Art Festival 2017.

 

 

Il progetto (novembre 2016-luglio 2017), finanziato dal Miur e promosso dalla Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Sapienza Università di Roma, si propone di creare un prodotto didattico finalizzato a spiegare il fenomeno del carbon footprint attraverso le potenzialità creative delle arti digitali.

 

BLACK FLOWER [installazione sonora]

Mariagrazia Pontorno, IIS Da Vinci, LS Avogadro di Roma

L’opera è un’installazione sonora costituita da due parabole specchianti di epoca Neoclassica, custodite presso il museo del dipartimento di Fisica della Sapienza Università di Roma. In corrispondenza dei fuochi sono presenti due altoparlanti che diffondono un brano musicale intitolato Black Flower, composto da alcuni degli studenti delle classi che hanno partecipato al laboratorio sul carbon footprint condotto dall’artista con la supervisione tecnica del fisico Massimo Margotti. Il testo della canzone è stato composto a partire da parole chiave legate al tema citato, a testimonianza del rapporto fluido e continuo tra discorso scientifico, divulgativo e artistico.

Leave a reply